Rifugio

Testo originale di Nina Simon qui. Tradotto da feminoska.
Il disegno è di Guy Denning.

Rifugio

In un’afosa sera d’estate
siedo in giardino
ricordando come
siamo arrivati con null’altro
che i vestiti che indossavamo
presso un indirizzo sconosciuto
scarabocchiato su carta sciupata
sognando salvezza,
una città lastricata di libertà.
Due camere squallide
in un caseggiato popolare
che puzzava di cavolo,
corpi sudici, pareti umide e muffe.
Dieci ore al giorno
la schiena curva sulla macchina in fabbrica,
contando i penny
da dare al padrone di casa per l’affitto
caldo estivo, gelo invernale.
Ma non sento più
il pestare degli stivali dei soldati
il fumo nero dalle case in fiamme,
nessun colpo sparato, nessuna donna stuprata
nessun fiume di sangue
scorre verso i campi di sterminio.

Annunci

3 pensieri su “Rifugio

    • Dear Nina, thank you so much for writing this poem, it really touched my heart.
      I found on the internet the drawing realized by Guy Denning and, in my opinion, it matches perfectly your words.
      I think, as long as you cite the author, there shouldn’t be any problems. In case you want to ask him directly his permission, you may follow the link to his website I put in my article.
      Best,
      f.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...